Home Commenti Link Sommario Ricerca

Chi Siamo

AIN KARIM è una Casa Famiglia situata nel quartiere Tiburtino nel V Municipio di Roma, che investe tutte le proprie forze e le proprie energie per aiutare donne in stato di gravidanza e neo mamme in difficoltà, offrendo il proprio aiuto anche nei casi di detenzione domiciliare e di tratta di esseri umani.

Nasce nel 1990 dalla realtà parrocchiale di S. Romano, che adoperandosi nel Progetto Mensa della Caritas, si trovava di fronte all’immenso bisogno e all’immensa solitudine di chi vivendo per strada non riusciva a ricavarsi alcuno spazio nella nostra già caotica società metropolitana. E proprio dai reali bisogni nasce l’idea ed in seguito la possibilità di dar vita a questa struttura dedicata all’accoglienza di coloro che tra le persone in difficoltà appaiono sempre le più indifese e le più sole, le donne.

È a questo spirito di solidarietà femminile che Ain Karim deve il suo nome, nome che evoca il luogo biblico in cui  Maria già in attesa si reca in aiuto di Elisabetta incinta anche lei.

Le continue richieste di aiuto e di ospitalità da parte dei servizi sociali spingono i responsabili della Casa a cimentarsi in un altro grande impegno che si aggiunge al primo, la creazione di un’altra Casa Famiglia ubicata a soli 50 metri di distanza, a cui viene dato il nome di SICHEM. È  ancora  un nome biblico ad essere scelto, Sichem, luogo in cui Gesù restituisce dignità alla donna, attraverso il dialogo e la comprensione profonda, infrangendo ogni barriera di moralismo rispetto agli errori commessi, a testimonianza del fatto che l’intera opera di volontariato è permeata da un profondo spirito religioso.

 Ain Karim e Sichem continuano a lavorare senza sosta, mai venendo meno al loro spirito di solidarietà e mai permettendosi di “lasciare neppure un letto vuoto”.

 La presenza di educatori specializzati, dello psicologo e di tutte le figure di competenza ha permesso ad entrambe le strutture di essere non solo un centro di accoglienza,  ma il punto di partenza per tutte le ospiti di un progetto educativo definito che pone come obiettivo primario quello dell’integrazione o del reinserimento sociale, partendo dal recupero delle potenzialità  individuali presenti in ogni essere umano. Ecco perché la comunità si fonda su due fasi nettamente distinte e programmate: una prima fase prevede l’accoglienza delle ospiti e dei loro bambini nella Casa Famiglia (generalmente si tratta di un periodo mediamente non inferiore all’anno); una seconda fase, raggiunti i primi obiettivi del progetto, prevede la sistemazione di 2 o 3 nuclei familiari  insieme in  alcuni appartamenti affittati dalla stessa struttura. Alle mamme si richiede un contributo per le spese di affitto della casa dove rimangono due o tre anni, al termine dei quali nella maggior parte dei casi possono costituirsi una vita completamente autonoma. Ad ogni modo per tutte le mamme e per tutti i bambini Ain Karim e Sichem rimangono un punto di riferimento  importante, non solo per le eventuali difficoltà che potranno ancora presentarsi, ma anche e soprattutto affettivo: una grande famiglia, visto che spesso la famiglia di origine è del tutto assente o inesistente.